Ritratto della contessa Anastasia Spini

Piccio
1845

Il dipinto è uno dei capolavori di Piccio e tra le immagini indimenticabili dell’Ottocento
italiano. La contessa Anastasia Spini, appartenente a una famiglia della piccola nobiltà di provincia, siede comodamente su una poltroncina rivestita in pelle e tiene tra le dita una presa di tabacco da fiuto; sembra aver abbandonato la lettura del libro di preghiere appoggiato sul tavolo e ci osserva con uno sguardo rassegnato e mite che l’artista ritrae con un’impudenza disarmante.

Mappa

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano